I modelli Macbook dal late (fine) 2013 al 2015 pur avendo la ram saldata presentano comunque margini di miglioramento; è possibile espandere il disco SSD, cambiare la pasta termica e aggiungere pad/heatspreaders, alleggerire il sistema operativo (debloat) fino a Catalina e sopratutto effettuare “undervolt” cioè modificare alcuni parametri CPU per farlo consumare e scaldare meno quindi andare più veloce, dato che è limitata dalla temperatura.

Un primo passo importante per il modello da 15 del 2015 è verificare se sia possibile ottenere un cambio gratuito della batteria da Apple – https://support.apple.com/it-it/15-inch-macbook-pro-battery-recall

Costo base – apertura, pulizia e cambio pasta termica
l’apertura del macbook pro, diagnosi, pulizia dei componenti interni, cambio pasta termica e undervolt su un macbook funzionante hanno un costo di 40 euro per i modelli i5 e 50 euro per i modelli i7 (che riflette la differenza di costo dei ricambi, a nostro carico, in caso di problemi con il lavoro che è garantito)
Il cambio pasta termica con aggiunta di heatsink/heatspreader facilita la dissipazione di calore verso l’esterno, portando ad un notevole aumento di prestazioni sopratutto sui carichi di lavoro prolungati e una riduzione sostanziale dell’attività delle ventole.
In caso di macchina non funzionante e mancato successo del recupero il costo fisso dell’intervento è 10 euro; se possibile e necessario si può eseguire il recupero dei dati tramite adattatore con aggiunta di 20 euro.

Aggiornamento SSD
tramite un adattatore, a patto di aver installato High Sierra o successivo, è possibile utilizzare SSD non APPLE su questi macbook, che garantiscono prestazioni maggiori. Il costo di disco + adattatore + installazione è di 70 euro per 500gb e 100 per 1tb. Nei modelli 2013 e 2014 questi dischi compatibili non supportano le funzioni di sleep/ibernazione; se si vuole espandere questi modelli senza questo problema i dischi originali dal mercato dell’usatohanno costi molto superiori, 80e per il 500 e 300e per 1tb.

Clean/Debloat/Installazione SO
Il tuning software include ad esempio l’installazione dei sistemi operativi compresi aggiornamenti FW, migrazione dei dati, pulizia da sw obsoleti/spyware e sopratutto il “debloat” che significa disattivare parti del sistema operativo Apple che sono sempre attive nel PC per velocizzare e liberare memoria disco e RAM, tra i quali ad esempio le connessioni ad iCloud, gli account online, i sistemi di segnalazione errori, Siri o addirittura Spotlight. Questi lavori hanno costi variabili a seconda della situazione del pc di partenza; formattare e ripartire da zero con un sistema pulito è un operazione inclusa nel prezzo, mentre ripulire situazioni esistenti ha un costo di 20 euro/ora per la lavorazione che andrà fatta in presenza del cliente per evitare di rimuovere file o programmi necessari.

– Undervolt
Questo tuning dei parametri CPU incrementa ulteriormente le prestazioni del pc riducendo in contemporanea i consumi, abbassando il voltaggio del processore, incrementando anche la durata dei vari componenti integrati dato il minor stress. Viene integrato in ogni occasione di lavoro SW, ma purtroppo è bloccato dagli aggiornamenti di sistema Apple dal 2021 in poi, quindi per mantenerne i benefici sarà necessario smettere di eseguire qualsiasi update del sistema operativo (compresi gli aggiornamenti di sicurezza di Catalina). Per verificare se il tuo macbook è ancora sbloccato, deve avere una versione Boot Rom inferiore a 424.000.000 – a questo link è spiegato come verificarlo https://www.tardisk.com/pages/how-to-check-your-firmware-version
Nel caso aveste il firmware già aggiornato oltre questa versione, sui modelli da 15 del 2013 e 2014 possiamo sbloccarlo con un flash hardware, procedura addizionale dal costo di 50 euro.